Lettori fissi

venerdì 3 maggio 2013

U' MUNACHICCHIE

U’ Munachlcchije, nella credenza popolare, era lo spiritello di un bambino morto senza battesimo (ce n’erano molti a quei tempi, perché i più poveri tardavano molti anni a battezzare i propri figli).
U’ Munachicchije era visto come un essere piccolissimo, allegro, aereo che si muoveva veloce qua e là, il suo maggior piacere era quello di fare ogni sorta di dispetti: fare il solletico sotto i piedi agli uomini addormentati, tirare via le lenzuola dai letti, buttare sabbia negli occhi, rovesciare bicchieri pieni di vino, spezzare I fili dei panni stesi pe farli sporcare.
 Era vestito di un saio e portava in testa un grosso cappuccio rosso.
Il solo modo di difendersi dai suoi scherzi era di cercare di afferrarlo per il cappuccio: a chi ci riusciva, ù munachicchije, per riaverlo, rivelava il luogo dov’era sotterrato un tesoro.
Questo è il mio munachicchije, progettato e realizzato da me come un omaggio  alle credenze popolari del mio paese , per ricordare tempi ormai lontani e colmi di una magica fantasia....

 
 

 

 

4 commenti:

  1. Che spiritello simpatico!! E la tua interpretazione rispecchia pienamente la sua indole! =) Grazie per la visita, ti seguirò con piacere!

    RispondiElimina
  2. troppo carino!!! baci stefania ..

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento ,un segno del tuo passaggio,mi fa molto piacere e stimola la creatività.....GRAZIE